“Dimentico il passato e riparto da zero”: parla Cianci

C’è tutta la rabbia e la voglia di riscatto nel gol e nella successiva esultanza di Pietro Cianci.

Negro Carburanti

“Mi son tolto un bel peso”, confessa: un gol che interrompe un digiuno lunghissimo e, sebbene il ragazzo cerchi maldestramente di minimizzare la cosa, i suoi occhi non mentono: è stato un gol atteso, cercato, che ha forse stemperato la sua sofferenza interiore e che si spera potrà segnare la rinascita. Un nuovo inizio

banner-placanica

Pietro CianciQuel che è certo, stando a ciò che dichiara ai microfoni, è che Cianci non si è mai sentito ai margini del Catanzaro: “Ho sempre avvertito fiducia, ho cercato di dare il massimo e far star bene tutti anche nello spogliatoio – dice il 99 dell’US -. Con la vittoria sul Picerno si parte bene, ma non è stato fatto niente, è solo l’inizio, mi auguro si possa continuare così”.

banner Mordì

Il centravanti del Catanzaro non segnava addirittura dal dicembre 2021 ed è facilmente intuibile lo stato d’animo che lo ha accompagnato in questi mesi: “Per un attaccante è difficile restare troppo tempo non segnare, ma fa parte del mestiere. Io ho cercato di dare il massimo in ogni allenamento, anche regalando sorrisi ai compagni – ammette -. Non ero tranquillo dal punto di vista personale perché non riuscivo a far gol ma ero sereno sull’apporto dei miei compagni, attaccanti importanti per la categoria a cui si unisce Curcio adesso. Chiunque giocherà, per me sarà la stessa cosa”.

genius

Potremmo classificarla come “frase di rito”: no, non può essere “la stessa cosa” per chi è addestrato a gonfiare la rete e a regalare la vittoria alla squadra con i suoi gol, non ad applaudire dalla panchina. Naturale così. Tuttavia, troviamo un Cianci diverso, ulteriormente maturo dopo questa parentesi poco edificante. Continuando la sua personale analisi, aggiunge: “Quando sbagliavo, invece di reagire, mi chiudevo in me stesso. Prima del ritiro, mi son detto ‘Resto a Catanzaro, metto da parte la stagione e riparto da zero’. Ho pensato questo, non ho mai pensato di andar via – rivela – credo nel società, nel mister e in ognuno dei miei compagni”. Tutto quello che i tifosi volevano sentir dire. Una risposta importante, con l’auspicio che possano arrivarne altre dal campo, con i gol.

Pietro CianciSulla stagione appena iniziata: “Giocare come in chiusura dello scorso campionato potrà darci delle soddisfazioni, ma resta un campionato difficilissimo, se non si ha la mentalità giusta si fatica contro chiunque”, sostiene l’attaccante pugliese.

Proprio in Puglia sarà impegnato il Catanzaro, domenica, nell’ostica trasferta di Taranto. “Siamo consapevoli delle difficoltà, ma cercheremo di far bottino pieno”, conclude Cianci, chiudendo con un’affermazione eloquente: Io sono sempre lo stesso, ma con una mentalità diversa rispetto al Pietro di prima.

 

P