“Per noi occasione unica”: Di Donato suona la carica

Stampa e addetti ai lavori di ogni latitudine e categoria, rivolgono il fascio di luce (e l’attenzione generale) sul rendimento da record dell’US Catanzaro. Ormai è un dato di fatto.

Negro Carburanti

Anche a Latina, a ventiquattro ore dal match, l’occasione è buona per porre l’accento sul fatto che il Catanzaro sia l’unica imbattuta in Europa. Al di là degli scongiuri da sponda giallorossa, mister Daniele Di Donato non può non tener conto di questo, ma soprattutto delle qualità di una squadra che, all’andata, aveva schiaffeggiato i suoi ragazzi imponendo un 5-0 senza repliche. 

banner-placanica

banner Mordì

Ma sono passati diversi mesi, altra storia; intanto, sulla panchina ospite domani siederà il grande ex di giornata, Milani, che intervenendo ai microfoni, ha riconosciuto la propensione ad essere aggressiva da parte della compagine laziale (LEGGI QUI). Quello che ci si attende, al “Domenico Francioni”, è un Latina cinico e combattivo: “In settimana ho fatto capire ai ragazzi che potrebbe essere un’occasione unica per noi, che calza a pennello – annuncia il tecnico pontino -. Se il Catanzaro dei record dovesse perdere in casa nostra, qui se ne parlerà per diverso tempo! Chiaramente, dovremo fare la partita perfetta, senza sbagliare nulla, ma facendo attenzione su ogni singola situazione, cattivi. Ci sarà da soffrire, ma si inizia sempre da 0 a 0 e giocheremo la nostra partita“. 

genius

 

Insomma, vietato “fasciarsi la testa” e crederci sempre: questo il messaggio del mister nerazzurro. “Come si ferma il Catanzaro? Dovremo essere bravi a non concedere spazi, dove si inseriscono giocatori di qualità che sanno far male – com’è accaduto nella partita d’andata – e dovremo punire nell’occasione che capiterà – continua l’allenatore -. Occorrerà essere molto cinici, attaccare e difendere in undici”.

Sulle modalità tattiche con le quali intenderà fronteggiare le Aquile, Di Donato preferisce non svelare le carte, pur contando alcune assenze, mentre l’ultimo arrivato, Belloni, sarà della partita: “Ho visto i ragazzi attenti, vogliosi di fare un risultato importante e questo fa ben sperare”, rivela. 

 E aggiunge: Il Catanzaro era già forte lo scorso anno e, dopo la sconfitta playoff, invece di smantellare ha puntellato ancor di più la rosa, prendendo uomini funzionali e forti per la categoria – conclude Di Donato -. Non solo, ha qualità e ricambi dello stesso livello dei titolari”

 

P