“Spensieratezza e convinzione nei nostri mezzi”: Di Napoli verso Catanzaro

La gente di Giugliano storce il naso e mugugna dopo la sconfitta di Andria, compagine in fondo alla classifica. Tre punti che, per la cronaca, iniettano fiducia nella Fidelis, la quale proverà a tirarsi sù in classifica, adesso.

Negro Carburanti

banner-placanica

Mister Raffaele Di Napoli, però, non fa drammi, anzi, sbandiera la fierezza che nutre nei confronti del gruppo da lui guidato. E ne ha tutte le ragioni: totalizzare 23 punti, a pochi metri dal giro di boa, era un risultato del tutto inatteso all’inizio della stagione. Invece il Giugliano c’è e fa la sua parte. Il tecnico, quindi, alla vigilia della trasferta di Catanzaro, archivia il capitombolo di Andria come “incidente di percorso“. 

banner Mordì

“Nessuno immaginava, a quattro giornate dalla fine del girone d’andata, che ci potessimo ritrovare con 23 punti conquistati con sudore e determinazione. Sapevamo che avremmo fatto bene ed è stato fatto un percorso importante fin qui – osserva ai microfoni Di Napoli -. Non facciamo drammi per una prestazione sottotono, occorre equilibrio ed ottimismo. Per questo vado avanti per la mia strada, orgoglioso. Cercheremo di lottare sempre“. 

genius

Lottare sempre, quindi: questo il leitmotiv del trainer partenopeo, anche se ci si trova al cospetto di un avversario che appare titanico: “È una grandissima vetrina per noi. Affronteremo una squadra che ha fatto quarantadue, gol subendone sei, e ha sempre vinto in casa! Ma dalla mia squadra voglio spensieratezza e convinzione di potersela giocare – annuncia -. Se non te la giochi a Catanzaro, prima o poi subisci il gol, invece dobbiamo divertirci e, magari, provare a rendere difficile la vita all’avversario”.

Insomma, con la leggerezza mentale di chi non ha nulla da perdere, il Giugliano è intenzionato e frapporre il bastone tra le ruote all’attuale capolista e Di Napoli avverte: “Dopo la sconfitta di domenica mi preoccupa che si possa perdere convinzione, anzi, mi aspetto che alcuni mi diano di più. Questa squadra ha grande spirito di rivalsa ed è disposta al sacrificio e al lavoro, perciò non vediamo l’ora di scendere in campo – conclude -. Se giochiamo con la convinzione di vendere cara la pelle, il Catanzaro dovrà raddoppiare le forze per fare risultato pieno”.  

 

 

 

 

P