Tra poco Catanzaro-Avellino: la probabile formazione

Il ritorno di Massimo Rastelli ad Avellino aveva portato una sferzata di energia e ottimismo ed il pareggio proprio contro il Catanzaro di poche settimane fa, aveva dato questa indicazione.

Negro Carburanti

Perlomeno, questa era la sensazione iniziale, perché fondamentalmente, nonostante l’ardore del tecnico, la stagione degli irpini non è mai decollata, anzi, si continua a stazionare nell’anonimato, specialmente dopo la sconfitta casalinga con il Giugliano, domenica scorsa. 

banner-placanica

banner Mordì

Anche per questo l’Avellino getterà anima e cuore sulla Coppa e se non sarà “all-in”, ci manca poco. La motivazione è presto detta: in caso di vittoria della competizione, gli irpini staccherebbero il pass per la Fase Nazionale dei Playoff, obiettivo difficilmente perseguibile attraverso il campionato. Quindi, questa “porta secondaria” garantita da una vittoria della Coppa, sembra l’unica strada percorribile che salverebbe capra e cavoli, non senza insidie.

genius

A giudicare dai convocati, l’allenatore di Torre del Greco è intenzionato a schierare tra poco al “Nicola Ceravolo” (spinto da 82 tifosi al seguito), per gli Ottavi di Coppa Italia di Serie C, una formazione vicinissima a quella che, di norma, gioca in campionato. Unico dubbio, l’atteggiamento tattico: 4-3-3 o 4-3-1-2? 

Sicuro è, invece, il 3-5-2 con cui Vincenzo Vivarini disegnerà il Catanzaro, partendo dal ragionamento opposto: “Gara importante, da onorare e da cui trarre spunti per rodare alcuni meccanismi” ha detto il trainer dell’US (LEGGI QUI), ma il campionato resta la priorità, a cominciare dall’impegno di domenica. 

In buona sostanza, come anticipato alla vigilia, l’US schiererà coloro che hanno avuto fin qui meno spazio, una buona dose di Primavera talentuosi e alcuni tra quelli che, contro il Monterosi, erano assenti per squalifica: i pezzi pregiati, in pratica.

Così, davanti a Sala, difesa a tre composta da Mulè, il giovane Megna e Gatti. Sulle corsie, il greco Katseris spingerà a destra con Vandeputte a sinistra. A Pontisso e Welbeck il compito di favorire l’impostazione di Cinelli. In avanti, la coppa principe composta da Biasci e Iemmello. Calcio d’inizio alle 17.00.

P