Palermo, parla Segre: “Peccato non aver concretizzato”

Sta trovando la via della rete con una certa facilità ultimamente, Jacopo Segre. Ad onor del vero – ad essere buoni – le maglie giallorosse non erano proprio “strettissime” attorno al centrocampista del Palermo, abile a imbucare la difesa del Catanzaro, senza grossi affanni.

Negro Carburanti

In quella che, con ogni probabilità, è stata l’unica vera disattenzione della retroguardia delle Aquile, sul traversone dalla destra e sull’inserimento di Segre, bravissimo nel “timing”. Per lui sette gol fin qui, di cui ben cinque di testa. Alla fine, l’1-1 non scontenta più di tanto in ottica playoff, sebbene mister Corini abbia ammesso di avvertire “la percezione di poterla vincere, nella ripresa” (LEGGI QUI).

banner-placanica

Nel post-partita proprio Segre ha offerto la sua analisi in zona mista, fiero dell’impegno del gruppo, traducibile nel dispendio energetico: “I crampi che accuso adesso, dopo cento minuti, fanno capire quanto sia stato importante dare l’anima insieme ai compagni”, ha detto il numero 8 rosanero.

banner Mordì

“Abbiamo fatto una grande partita contro un avversario forte – ha osservato -. Nel secondo tempo abbiamo avuto delle grandi occasioni, peccato non aver capitalizzato, ma questo è il calcio”.

genius

Inevitabilmente, testa all’impegno col Bari, ora, per il Palermo: “Ci concentriamo sulla prossima – ha concluso Segre – dove cercheremo di sfruttare le occasioni che oggi non abbiamo concretizzato”.

P